RICETTE DI QUARTIERE - ITALIAN

Archivé
Le projet a été archivé. Vous ne pouvez plus vous mettre en réseau.
Responsable du projet
Catégorie: 
Activités courantes , Engagement social et citoyen
Région: 
Tessin

Centro Giovani Chiasso AZIONE 72 ore 2010 L’idea nasce da ragazzi e ragazze frequentatori del Centro Giovani di Chiasso di origini culturali diverse e da continuità al progetto realizzato cinque anni fa, che faceva parte dell’azione 72ore del 2005, nel quale i giovani hanno incontrato un pubblico non più giovane nella Casa Anziani della propria cittadina. Anche quest’anno l’obiettivo è lo stesso un incontro intergenerazionale che, che a differenza del 2005, si svolgerà al Centro con un offerta di cibo e animazione. Il progetto, della durata di 72 ore da giovedì 9 a domenica 12 settembre 2010 chiamato RICETTE DI QUARTIERE, consiste nell’ideare, organizzare, preparare e partecipare ad un pranzo multiculturale ed intergenerazionale, domenica 12 dalle 12 alle 17, coinvolgendo la popolazione del quartiere Soldini, quartiere multietnico in cui è situato il Centro Giovani, nella preparazione di cibi della propria cultura originaria. Al pranzo saranno invitati a partecipare gli ospiti della Casa Anziani di Chiasso e l’Associazione Ticinese Terza Età (ATTE). Durante il pomeriggio inoltre vi sarà animazione con musica, ballo e altro ancora. Per la realizzazione del progetto saranno coinvolte le famiglie dei giovani frequentatori delle attività del Centro Giovani, le associazioni socioculturali che collaborano con il Centro e la Commissione del quartiere invitandoli a portare diverse specialità di cibo.

 

Centro Giovani Comunale, Via G. Guisan 17 6830 Chiasso Tel.: 091 682 99 59

E-mail: centrogiovani@msn.com

Bettina Matern, Sergio Perdonati, Diego Ciriello, Roberta Canonico, Marco Bernasconi. Animatori del Centro Giovani Chiasso

 

Ce projet est terminé. Il est pourtant visible sur notre plateforme et sert comme réservoir d’idées pour des projets similaires. Un échange avec les propriétaires des projets en tant qu’acteurs expérimentés dans le domaine des relations intergénérationnelles est ainsi garanti.